mercoledì, dicembre 15, 2010

Altro che Mark sul time... ecco chi ha moralmente vinto!

Questo è il vero uomo dell'anno, o del decennio.
Altro che Mark faccia di libro!
Uno (Mark) ha guadagnato un sacco di soldi ed ha reso le informazioni di 500milioni di persone monetizzabili e controllabili da governi e aziende pubblicitarie prive di scrupoli.
L'altro... ha pubblicato documenti scomodi, che mostrano l'ipocrisia dei politici e dei governi di mezzo mondo, l'abuso di potere, l'abuso di posizioni dominati, la protezione dei propri interessi economici a scapito dell'interesse pubblico della propria nazione e/o dei diritti umani di altre nazioni, la difformità tra le intenzioni di vari governi e le parole ed azioni che servono a coprire i reali interessi...
Ed ha pubblicato tutto questo sapendo di avere tutto da perdere, e ben poco da guadagnare, se non la sensazione di avere la coscienza a posto, di avere agito per migliorare il mondo, per renderlo migliore, mostrando a tutti l'ipocrisia e l'ingiustizia e la falsità di molti, forse troppi, sicuramente troppo potenti per non fargliela pagare cara.
Ma lo ha fatto. non per se, ma per il mondo.
per questo, la scelta di incoronare mark zuckenberg ( o come si scrive) come uomo dell'anno sul time, contro la volontà della maggiorparte dei propri lettori, è sbagliata , marcia fino all'osso, corrotta come un frutto dolce e zuccherino nel sole di un deserto.

Grazie Julian. Sei stato grande.
E dopo di te tanti altri seguiranno.
Ormai il coperchio è saltato.

14 dicembre 2010



3 miseri voti.
3 voti costati cari.
3 voti, che costeranno caro al nostro amato leader.

perchè... (scusate il lirismo) adesso.. so ca//i tua!
l'italia l'hai portata allo sfacelo (16 anni sotto il tuo regno, tranne 2 di interludio, e prima erano i socialisti del tuo protettore bettino a regnare.)
ed ora sarai tu, anche agli occhi dei seguaci col prosciutto sugli occhi, il responsabile del tracollo finale di questa sgangherata nazione, finta democrazia (non si possono scegliere liberamente i propri rappresentanti, se non quelli imposti dai partiti).

Hai pagato, ed ora ritirerai alla cassa la carcassa di questo paese agonizzante.

Sull'orlo del precipizio economico, pieno di debiti , pronto al fallimento,strutturalemente reso fragile, ingiusto, opprimente per tasse esose e giustizia lenta e leggi troppo facilmente opinabili ed aggirabili, scritte per essere interpretate ad arte per gli amici e per massacrare i poveracci.

Aspettero' pazientemente a valle, godendomi la vista del tracollo totale che galleggia sulle acque putride della corruzione.

Quando la gente si sarà stancata, vedremo cosa diranno, vedremo cosa faranno, vedremo quanto ti saranno costati veramente questi voti.

Auguri di buon natale, amato leader.

mercoledì, dicembre 08, 2010

Assange sulle spalle dei giganti

Assange, incarcerato per motivi politici con accuse opinabili e incredibili quanto opportune e funzionali all'arresto.
ma assange e wikileaks non sono un frutto lontano dall'albero. il mondo deve iniziare ad abituarsi che wikileaks è solo l'inizio di una nuova ondata di informazione diffusa e non pilotata e sopratutto libera.
i governi mondiali lo hanno già capito, e per questo vogliono condannare esemplarmente il primo giornalista della nuova era dell'informazione.

domenica, dicembre 05, 2010

Filicudi Porto


Filicudi Porto
Originally uploaded by CyboRoZ
Una piccola isola.
Foto scattata nel dicembre 2007.

Ho esagerato le proporzioni per sottolineare l'infinitesimalità degli uomini, che pure sono al centro dello scatto, rispetto all'isola, alla natura, al mondo che li avvolge e accoglie.

Gli uomini nella foto quasi non si vedono, sono vicini al palo sul molo centrale.
Perchè nel fuoco abbagliante dell'eternità un uomo ed il suo tempo sono meno di una scintilla.
Le sagome sono oblunghe, sembrano cercare di ergersi anch'esse per competere con le vette naturali.
ma sono esili, minuscole e vane.

oggi sono lirico. ed in vena di spiegazioni non richieste.
ma per una volta non parlo di quel simpaticone del nostro amato leader silvio!
ringraziatemi per questo.
oh no! lo ho rifatto! doh!