domenica, novembre 29, 2009

Pane al pane e vino al vino!

per la legge italiana se uno è indagato per reati di mafia non si puo' farlo sapere in giro.
Ovvero il giudice è obbligato a dire che "no, non è indagato", per motivi di riservatezza, anche se a chiederlo è proprio l'indagato stesso, ed anche  se a chiederlo sono terzi, giornali inclusi.

Quindi, se un Giudice dice che berlusconi e dell'utri non sono indagati per mafia, vuol dire solo che non si sa se lo sono! Come per qualsiasi altro cittadino, ovvio.
Certo io non ho mai avuto rapporti con mafiosi, non li ho mai assunti, non ho nessun un passato "buio" da nascondere.
Qualcun altro si.

giovedì, novembre 26, 2009

Del "quando vista x64 me le fa girare"!

In questi giorni sto cercando di risolvere un problema di windows vista.
Non sono l'unico ad avere questo problema, come mostra la seguente ricerca su google:
http://www.google.com/#hl=en&source=hp&q=vista+can%27t+remove+usb+disk&aq=f&aqi=&oq=&fp=1&cad=b

Il bug è ormai noto da 5 anni, c'era anche su XP... ed ancora su vista  non è stato risolto.
Grazie Microsoft!


Ho cercato parecchi tools per rimuovere in modo sicuro un disco esterno usb.
Ma nulla!
Lo ho formattato completamente, non ha files all'interno, se non cartelle speciali create dal file system ntfs per suo uso interno.Il servizio di indicizzazione è disabilitato per quel disco, e per sicurezza ho proprio disattivato il servizio di indicizzazione di windows, che tra l'altro è una schifezza galattica. Ma non basta.


Ho usato, senza successo, un tool freeware per sbloccare i file bloccati da qualche processo, sottolineo  che a differenza del più famoso unlocker... funziona anche su piattaforme a 64bit.

http://lockhunter.com/

Cito un'email che ho mandato ad un amico.

Sto impazzendo da qualche giorno per trovare quale processo mi blocchi l'espulsione del disco di backup da un terabyte.
ho stroncato i servizi di indicizzazione di vista x64 (search indexer, e searchprotocol), ho disabilitato l'indicizzazione dei files su quel disco dal pannello proprietà del disco medesimo.
disabilito pure il nod32 che trovo sistematicamente a "sfruculiare" in quel disco ad libitum...

e poi?
ogni volta che provo a fare la rimozione sicura del disco usb  mi spunta (dopo una pausa di quasi 15 secondi) un messaggio di windows vista che dice che ci sono files aperti e che non può rimuovere il disco usb in questione.
Rinco di windows... dimmi quali programmi e quali files mi impediscono di usare il disco come vorrei! Anni ed anni di sviluppo e sto sistema rimane uguale alla versione 3.1 !!!

Fra poco ( il tempo è tiranno) proverò quanto leggo giusto adesso sul sito segnalato in cima al post, che riporto:

Have USB or SATA drives? Try our tool...

USB Safely Remove is an award-winning hotplug device manager that...
  • Get rids of "device cannot be stopped" problem
  • Can activate stopped device back
  • Hides drives of empty card-reader slots
Read more...
Download now (~3 MB)!

Ok.. programma provato... sembra funzionare, per adesso, ma temo sia a pagamento perchè mi dice versione non registrata.
Ad ogni modo al tentativo di rimozione del disco esterno usb ... dice che
non è stato possibile trovare processi che blocchino il dispositivo usb, che quindi potrebbe essere bloccato da windows stesso. Provare ad arrestare nuovamente il dispositivo, se non funonzia... spegni il computer prima di rimuoverlo.

Si, certo... peccato che ogni volta che spenga il computer... al riavvio mi appare uno scandisk infinito, che alla fine dice che non ci sono problemi, ma a volte mi mostra una sfilza enorme di files recuperati. senza tuttavia trovare errori hardware nella superficie del disco.

Insomma.. avere un disco esterno da un terabyte adibito al backup... e non poterlo spegnere senza rischiare la perdita dei dati... è allucinantemente in stile microsoftiano!
Per di più i miei dati su quel disco sono come il gatto di Schrödinger... forse si sono corrotti allo spegnimento, ma forse no.. certamente se lo riaccendo al successivo inevitabile spegnimento saranno di nuovo in uno stato incerto! aaargh! disco quantistico del cavolo!

PS. non mi rendevo conto di quanto fosse lenta la mia adsl.. !
adesso che è passata a 7 mega ( 5-6 effettivi, dipende dal momento), internet sembra un'altra!

Windows Vista sucks. As usual.

Windows Vista sucks.
One more reason supporting this opinion is its intensive search indexing activity quite always running by default.
This means your hard drives are always in use and your cpu too is heavily affected by that if you have (as you should) installed also a real time antivirus scanner.

It isn't alwas easy to know which files are opened by which process or program.
You can try to use sysinternals tool "process monitor" to fulfill this task.

http://technet.microsoft.com/it-it/sysinternals/bb795533%28en-us%29.aspx

When you have discovered your disk and cpu hogger... kill ! kill kill kill!

Instead of the bunch of micros*it search tools, install "everything search engine"  ( www.voidtools.com , a search program freeware that runs smoothly and faster than light.

legalese notes:
Remember I'm not linked to any company I cite here in this blog and elsewhere, therefore I'm not paid to promote anything. I simply express my opinion on tools I use and have experience with.
Should I ever be linked in any way to a company I cite here, I'll state it clearly.
So, when I say Vista Sucks, it implies I'm not linked to Microsoft!
When I say Everything rules, it just self evident , and I don't even know where in the real world stands the company voidtools making everything search engine. furthermore it's freeware!

sabato, novembre 14, 2009

Anche io! Sottoscrivo in nome della libertà di espressione!

Cito da Blog di Beppe Grillo. E sottoscrivo. Non avrei saputo trovare parole migliori per spiegare la situazione.

"Mi sono rotto i coglioni di Berlusconi". Ditelo in pubblico, al bar, al ristorante. Gridatelo in radio, ai semafori, scrivetelo ai giornali, inviate mail ai siti italiani e internazionali, alle caselle di posta dei deputati, dei senatori. "Mi sono rotto i coglioni di Berlusconi". Non voglio passare la mia vita a inseguire l'ultimo Lodo Alfano, l'ultima ghedinata, l'ultima assoluzione per legge di un corruttore. Non voglio mettermi a discutere sull'ennesima legge ad personam, sulla presa per il culo della democrazia a ripetizione. Non sopporto più i servi che blaterano di riforma della giustizia nei programmi televisivi. Che difendono l'indifendibile, pagati per mentire, coprire, ululare.
E' mai possibile che gli italiani, anche quelli rincoglioniti dalle televisioni, non abbiano un moto di rigetto, un conato di vomito a vedere la Repubblica Italiana trattata come una zoccola? Il Grande Corruttore ha corrotto forse ogni coscienza? Tutto ciò che ha toccato nella sua vita si è corrotto, decomposto. E' lui l'H1N1 della nostra democrazia. Un campione del falso perbenismo che ha trasformato ogni persona in un Capezzone: da Ratzinger a Bossi, da Fini a Bertone. Fa eccezione D'Alema che è un capezzone naturale.
Lo psiconano è un uomo in fuga, una vita in fuga dai processi, uno che ha sempre pronto un piano B per sfuggire alla Giustizia, e poi un altro piano B e un altro ancora. Milioni di piani B, fino alla consunzione del Paese. Un signore che ha permesso che Veronica Lario, madre di tre dei suoi figli, venisse messa con le tette al vento su Libero per averlo criticato. Che usa l'informazione come un ventilatore sparamerda su chiunque gli sia d'ostacolo. L'Italia merita di meglio, siamo diventati lo zimbello del mondo.
Questo vecchio di settantaquattro anni ha fatto il suo tempo come la compagnia di giro che ha messo insieme per proteggersi e che ammorba l'informazione e il Parlamento. Arroganti e ridicoli. Finito Berlusconi (perchè finirà), dovremo pulire dalla sua merda le stalle d'Italia. Ci vorranno anni.
Il 5 dicembre pomeriggio a Roma in piazza della Repubblica è stato organizzato dalla Rete un giorno di caloroso commiato allo psiconano: il "No B day". Io ci sarò. 250.000 persone hanno già dato la loro adesione. Il PDmenoelle ha rifiutato, alla piazza preferisce l'inciucio. Invito i Meet up a partecipare e a diffondere l'iniziativa. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

martedì, novembre 10, 2009

Cito e sottoscrivo


"L'emergenza democratica secondo RaiUno" di Antonio Di Pietro | 10 Novembre 2009
Tieniti aggiornato: www.antoniodipietro.it

venerdì, novembre 06, 2009

Pensieri cupi

Viviamo in uno Paese tanto coerente e civile che il Consiglio di Stato si permette di assurgere il «crocifisso quale simbolo della laicità dello Stato».
Vi ricordate il classico del pacifismo che recita:«combattere per la pace è come fottere per la verginità.»?
Bene il nostro Consiglio di Stato non è lontano dal considerare esponibile  «un vibratore fallico in classe quale simbolo di purezza »!


Non sequitur!

Comprendo perfettamente le ragioni per cui ad ogni livello in Italia i potenti abbiano chiuso entrambi gli occhi innanzi all'anomalia di questo fortissimo simbolo religioso esposto in classe e nei luoghi pubblici.

I politicanti considerano (più o meno a ragione) la Chiesa molto potente e ritengono che non sia il caso di sfidarla, perchè la loro carriera potrebbe essere compromessa o resa più complicata. Il loro benessere individuale è tuttavia in netto «conflitto di interessi» con quello della comunità.

L'anomalia non insiste solo nella presenza del crocifisso in classe.
E' la commistione Stato-Chiesa che non siamo ancora riusciti a eradicare e che compromette inequivocabilmente l'agire dei politici, persino di molti che si professano laici o addirittura atei.

Un enorme conflitto di interessi.
Avete idea di quanti soldi sugge la Chiesa Cattolica dallo Stato Italiano?
Un fiume, un mare.
Troppi!

Non può dirsi giusto uno Stato nel quale la tassazione è differente in base alle idee dei suoi cittadini.

L'ICI (non applicata per la Chiesa, neppure per gli edifici dove la Chiesa esercità attività commerciali) è un'evidenza di questa iniquità. Una delle tante evidenze.

Quanti centri commerciali (a volte enormi) hanno la loro brava cappella con crocifisso o statua del santo di turno, e grazie ad una funzione religiosa celebrata una o due volte l'anno ottengono l'annullamento la loro ICI per via della convenzione Stato-Chiesa?

Lo sgravio dell'ICI è uno dei tanti favori concessi nel passato alla Chiesa, che oggi bisogna annullare.
Quantomeno per gli edifici commerciali e non meramente di culto.

Scientology non è meno credibile di altre religioni per il solo fatto di essere recente.
E non è certamente il culto più avido del denaro dei propri seguaci.
Eppure in Francia Scientology è stata sciolta!
In italia non sarà possibile, perchè creeremmo un precedente troppo pericoloso per la Chiesa Cattolica!

Ma sottolineare soltanto la questione economica è riduttivo.
Il problema è l'ipocrisia del nostro Stato, dei nostri politici.
La decadenza morale, l'assoluta mancanza di etica.

Abbiamo politici che si schierano apertamente con la Chiesa Cattolica, e molti di loro sono divorziati e risposati più volte, e nella loro vecchiaia continuano a "peccare" e perseguire i piaceri della carne con ragazze spesso pagate e a volte di 30-40 anni più giovani, quando non minorenni.

Abbiamo politici cocainomani che dovrebbero salvare i nostri giovani dalla droga, e non hanno il coraggio di introdurre il test antidroga obbligatorio per i parlamentari. Incoerenza pura.

Poi abbiamo politici che fanno l'en-plein frequentando prostitute transessuali, in festini a base di droga.

In sintesi: abbiamo tanti politici corrotti , ipocriti e falsi.
E questo mi rattrista.
Perchè a meno di un'evento inaspettato e catartico come la "caduta del muro di Berlino",  non credo che nella mia vità vedrò questo paese ( iniziali piccole, non merita di più), crescere e diventare una democrazia adulta ed uno Stato giusto.

A forza di defilippiche, stiamo nuotando vigorosamente verso l'abisso culturale e sociale: un nuovo medioevo.

domenica, novembre 01, 2009

Conflitto di interessi.

"Facce toste" di Antonio Di Pietro | 1 Novembre 2009
Tieniti aggiornato: www.antoniodipietro.it