mercoledì, marzo 23, 2011

Prescrizione e la macchina pubblica

Signori, bisogna scendere in piazza!
Non si puo' permettere ad un imputato di farsi una legge per non andare in galera per corruzione!

Non si puo' permettere di lasciare alcuna responsabilità nella macchina del governo a chiunque abbia usufruito di prescrizione per qualsiasi reato.

Ti piace non farti giudicare?
Bene, ma non sei degno di "comandare", o peggio di amministrare la cosa pubblica. Semplice. Lineare, facile.
Serve una legge che allontani i prescritti, i corrotti ed i pregiudicati dalla macchina pubblica.

subito!
anzi... serviva da anni, ormai è già tardi, ma meglio tardi che mai.

domenica, marzo 13, 2011

Facebook

Facebook è un network enorme, ma chiuso. non è visibile dall'esterno se non vi fai parte. non è democratico, né libero, né nello spirito di condivisione dell'informazione che rende grande internet.

Nucleare e grandi opere... cui prodest?

E' interessante il curriculum di Chicco Testa, del Forum Nucleare Italiano ( quelli della pubblicità della partita a scacchi pro nucleare poi ritirata e riproposta vagamente modificata).

Mi incuriosisce il suo rapporto con la SOGIN, che si occupa dello smantellamento delle centrali nucleari... affare lucrosissimo.

Fare il nucleare è un grande affare... costa un sacco, soldi per anni, e poi se va male si prendono super appalti per smantellarlo, altrettanto costosi per lo Stato ( e pesanti per le nostre tasse e bollette energetiche).

L'impegno del Governo è chiaro: noi lo facciamo, e mettiamo in condizione chi verra dopo di aver necessità del nucleare stroncando per legge le fonti rinnovabili e il solare.
se decideranno di continuare verso il nucleare... bene... si fanno tanti soldi.
se decideranno di smantellarlo... bene ... si fanno tanti soldi.

come il ponte di Messina... ormai il danno è fatto... se non lo si fa lo Stato paga una penale enorme... e facendolo o non facendolo gli interlocutori economici del governo ci guadagnano.

Ma possiamo noi italiani farci guidare da un governo che apparentemente ragiona solo in termini economici, ed in particolare che incentiva e/o favorisce principalmente ( o esclusivamente) gli interessi dei pochi ed enormi gruppi economici ?

Ce lo possiamo permettere?

riferimenti:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/13/chicco-testa-l%E2%80%99autogol-di-un-neo-nuclearista/97308/

sabato, marzo 12, 2011

Sogni, di akira kurosawa.

Un memento, di Akira Kurosawa, anni 90.
L'episodio: il fukiyama in rosso tratto dal film "sogni".
http://www.youtube.com/watch?v=J9d5pOoixpg

dedicato a chicco testa e all'amico Silvio, e a tutto il forum nucleare italiano.

Chicco Testa, perchè non vai un po a Fukushima?

non so voi ma io sono indignato per le dichiarazioni di ieri sera a skytg24 del signor Chicco Testa, del forum nucleare italiano (ovvero degli amici dei venditori di centrali nucleari)...

non le commento neanche.... cercatele domani su youtube ci saranno per fo...rza.

vorrei fare una proposta: offriamo al signor Testa un viaggio a Fukushima, con la clausola che soggiorni per i prossimi 30 giorni entro i 3 km dalla centrale nucleare più a rischio!

ci dimostri che crede veramente nella sicurezza del nucleare!

lo dimostri con i fatti, non con le parole, nel comodo della sua casa dall'altro lato del mondo.

se veramente crede che il nucleare sia sicuro, non avrà difficoltà a godersi la vacanza, e sarà una gran pubblicità per lui.

se non accettasse... e non è stupido, non lo farà, allora sarebbe il caso di chiedergli di smantellare tutto la macchina mediatica che cerca di propinarci come sicuro il nucleare... anche per vie legali, visto che se non si fida delle tecnologie giapponesi (il top della tecnologia nucleare e dell'ingegneria antisismica) non puo' certo essere in buonafede spacciandoci quelle europee...

e se fosse in malafede.. beh.. possiamo ipotizzare il reato di tentata strage o tentato olocausto nucleare?

allora? gli offriamo il biglietto per il giappone?

voglio sentire un tam tam di condividi su facebook e mi piace, e un impegno di un euro a testa nel caso accettasse.