domenica, maggio 16, 2010

Democrazia e libertà

Don't move
cito da un interessante articolo letto su Repubblica:

Ma perché tanta determinazione a farvi ammazzare così? "Lei non capisce, perché forse nel vostro Paese la democrazia ce l'avete già. Ma qui dobbiamo conquistarcela col nostro sangue. Se è necessario lo faremo... Ma spero di vivere, sono giovane".

riferimento:
http://www.repubblica.it/esteri/2010/05/16/news/bangkok_reportage_16mag-4095412/

lunedì, maggio 10, 2010

Parcheggiatori abusivi

Catania, parcheggiatore abusivo istituzionalizzato
Catania, 2010.
Parcheggiamo davanti ad un ristorante, una strada semideserta, tanti posti liberi, partita del catania in corso, nessun parcheggiatore abusivo.
All'uscita dal ristorante, a partita finita, con una macchina bianca sbuca dal nulla un parcheggiatore abusivo che di corsa parcheggia sulle strisce pedonali dove dovremmo passare per raggiungere l'auto dall'altro lato e si avvicina e con sguardo insistente fissando tutti coloro che escono dal locale.

Se la gente che esce dal ristorante si allontana con passo veloce, lui lesto li insegue correndo, calcolando rapidamente quali avventori puo' raggiungere e quali ormai sono fuori portata.

Si lo so, c'è la crisi, bisogna inventarsi il lavoro... ma non minacciando implicitamente o esplicitamente i cittadini che ormai sanno che se non si paga il parcheggiatore con l'aria da gentleman inglese la macchina per un po' non la si puo' certo più parcheggiare in quel posto, pena il ritrovarla danneggiata o non ritrovarla affatto.

Ogni strada di catania è presidiata da un parcheggiatore abusivo, non c'è scampo.
Sono gli occhi e le innervature cittadine della mafia.

Ogni catanese che vada in centro una volta al giorno, deve per forza pagare un euro come minimo di parcheggiatore abusivo. è una stima per difetto: vai in due posti, sono due parcheggiatori da pagare.

facciamo che la sera vai in centro, per vederti con gli amici.

Le strisce blu dei parcheggi a pagamento del comune di sera non sono "attive", ed ecco subentrare al comune il parcheggiatore abusivo!
Appena le strisce blu vanno a ninna, l'illegalità prende il controllo delle strade cittadine.

diciamo che incontri (e devi pagare) un parcheggiatore abusivo almeno 300 volte l'anno.
1 euro x 300 volte x 10 anni = 3000 euro.

se non paghi prima, ti conviene lasciare la macchina altrove altrimenti la trovi scassata, graffiata, o con i vetri rotti.

Se paghi, ma dimentichi l'autoradio, sei un fesso, il parcheggiatore ti nota , prende i soldi, ti scassa la portiera , il vetro, tutto il cruscotto e si porta via l'autoradio, e si dilegua per qualche giorno. Cornuto e mazziato!

Se non lo paghi dopo, meglio non riparcheggiare da quelle parti per un po'!

Se alzi la voce col parcheggiatore abusivo, tollerato da politici e mafiosi, ti sbucano altri 5 suoi compari in un un attimo, e ti conviene pagare e andartene con la coda tra le gambe, oppure le prendi, e te ne vai.

io ricordo i parcheggiatori abusivi a catania da almeno 20 anni, forse più.

in vent'anni ogni catanese che abbia la sfortuna di dover parcheggiare una volta al giorno a catania ( e dintorni), ha pagato una cifra vicina ai 6000 euro, per difetto .
a chi?
alla mafia ed ai suoi uomini dispiegati sul territorio, con la tolleranza ergo la complicità dei nostri amati politici.

che bello vivere in italia, che bello vivere in sicilia!

Lo stato ti è amico, e ti aiuta, ti fornisce tanti servizi essenziali ben congegnati per essere il fulcro ed il detonatore dello sviluppo e della crescita economica e culturale del paese!
Lo stato ti difende dai delinquenti, e ferma i corrotti, i mafiosi, i corruttori.
Lo stato qui ti aiuta a creare la tua impresa, in un ecosistema solido, sicuro, ben rodato, che porta naturalmente chi ha delle conoscenze a metterle a frutto economicamente.
Qui lo stato tutela il tuo diritto al lavoro!
E' proprio questo il luogo dove voglio vivere! si si!
In Sicilia! In Italia!
Dove nessun politico al governo ha precedenti o processi in corso per mafia o camorra, o precedenti penali.
Dove chi è corrotto viene radiato a vita dalle cariche pubbliche e dagli aiuti pubblici!
Che bel paese che è il nostro!
Grazie Silvio! Avevi ragione, Mangano è un eroe!

sabato, maggio 01, 2010

Tragedia... quasi scampata....

Stamattina il mio disco "dati"... ha deciso di lasciare questo mondo, stufo del monotono fluire di bits tra i suoi vecchi circuiti di appena un anno...

Mi è preso il panico!
1 terabyte di dati persi sono un'enormità di informazioni, raccolte in una vita!

Per fortuna sono stato discretamente diligente... l'ultimo backup risale ad appena un mese fa!
Ma vi assicuro che fino ad un secondo prima di leggere la data dell'ultimo backup... ero in stato comatoso.

Morale: fate il backup sempre e di tutto, continuamente!
Prima regola dell'informatica: se non funziona spegni e riaccendi!
Seconda regola: se funziona, fai il backup con una frequenza opportuna a quella con la quale aggiorni o modifichi i tuoi documenti.

Terza regola: non ti fidare della qualità del tuo hardware.
Ho due hard drives nel pc, uno di marca e l'altro meno "buono".
beh.. si è rotto quello di marca.

vado a comprare un nuovo hard drive, e poi faro' subito un abbonamento ad un servizio di backup online per riporvi in automatico quotidianamente i documenti vitali.

prima tuttavia andro' a firmare per chiedere i 3 referendum!
prima il piacere e poi il dovere.
ma in questo caso corrispondono!