venerdì, aprile 30, 2010

Referendum per salvarci le chiappe ( scusate oggi sono molto lirico!)

L’Italia dei Valori si appresta a dare il via alla campagna referendaria. Dal 1° maggio saranno più di 1000 i gazebo presenti in tutta Italia dove sarà possibile firmare i quesiti: contro il ritorno al nucleare (stampa e diffondi il volantino), in difesa dell’acqua pubblica (stampa e diffondi il volantino) e per fermare il legittimo impedimento (stampa e diffondi il volantino).

C'è bisogno di ricordare ai miei 3 amici che hanno la pazienza di leggermi che è importante firmare e fermare il gaglioffo che vuole (con parole, opere, omissioni di processi... ) radere al suolo l'italia?

La francia scarica le sue scorie in mare aperto ed in russia, le centrali nucleari sono una follia sia economicamente che ecologicamente, l'acqua .. va da se che darla in mano ai soliti amici dei politici significa assetarci tutti e svuotarci le tasche ( tanto ormai escono solo le mosche...).
Il legittimo impedimento... non ci sono parole per descrivere il disgusto per una persona, un politico, uno che ricopre una carica pubblica e continua a sfornare leggi per non andare in galera...
perchè qui non si tratta più di non avere un processo .. si tratta di fatti e reati appurati per i quali non vuole essere processato ed ovviamente condannato.

il giusto processo che millantava nelle sue campagne elettorali dovrebbe essere il processo svolto, non quello omesso per una legge creata dall'imputato nonche dal reo.

insomma.. chi non va a firmare è un gran filibustiere.

che stai facendo ancora li davanti al monitor?
posta questo link sul tuo blog, spegni il computer, esci di casa e vai a firmare al banchetto piu' vicino a te!

la libertà e la democrazia non te le regalano, devi riconquistartele ogni giorno.

Links utili:
Post correlato sul sito di Di Pietro
Intercettazioni su youtube
Scorie francesi in fondo al mare...

mercoledì, aprile 28, 2010

Sperduti

Ieri al supermercato ho assistito ad una scena sconcertante.

Si è bloccata la scala mobile.
Erano ferme sia quella a salire che quella a scendere.

E anche la gente... era ferma.
Erano fermi!
F E R M I !
Non camminavano!
Non sapevano come fare a superare quei dieci metri in lieve pendenza.
Sono rimasti li a lungo, sperduti, con lo sguardo smarrito ed insicuro, tentennanti, immobilizzati.
Liberi, ma incoscenti.

L'automatismo che li muoveva si era fermato,
non sapevano come fare ad andare avanti!

Inebetiti, automi sprogrammati, perduti senza qualcuno che li muova.

Che tristezza!
Continua a tornarmi in mente quella scena da brivido.

Scommetto di sapere per chi votano.
Purtroppo.

martedì, aprile 27, 2010

Disinformatia

Ieri i telegiornali serali ci hanno sommersi di cronaca spicciola, fatterelli di quartiere eretti a notizie da prima pagina di interesse nazionale....

Cosa volevano nascondere?

Cosa ha combinato ieri il buon Silvio?

uhm... urge approfondire.

domenica, aprile 18, 2010

In politica per non essere processati, ecco i nostri dipendenti!

«Ho già detto che faccio l'imputato e non il deputato. Per cui, sono vestito della carica di deputato per difendermi dai processi. L'ho già detto e lo confermo. Che cosa farò dopo? Non lo so. Se non ci fossero questi miei problemi con la giustizia non farei il deputato. Questo posso assicurarlo: il giorno in cui chiuderanno tutto, dico basta. Lascio tutte le cariche purché mi lascino campare. Lo ripeto: faccio il deputato per difendermi da questo processo, che è un processo politico. I cittadini lo sanno bene che cosa mi succede».

Chi lo ha detto?
Marcello Dell'utri (fonte: http://www.antoniodipietro.com/processo_dellutri/#001637 ), amico fraterno di un altro signore, che blatera di lavorare per la giustizia e contro la mafia... , ma ha usufruito di più prescrizioni di quante un uomo onesto dovrebbe mai averne, ha corrotto qualche giudice qua e la... e non basterebbero tutti i bytes di google per descrivere quante cose "anomale" , anzi, palesemente non etiche ha compiuto.

Gli italiani tollerano che i propri politici ammettano di essere in politica per sfuggire ai guai con la giustizia? E' lo stesso genere di lassismo che è sfociato nel fascismo.

Un popolo che rinuncia ad indignarsi ed a controllare i propri dipendenti pubblici, specialmente quelli che controllano dall'alto l'andamento della nazione, è destinato all'autodistruzione e allo sfacelo. Nessun dubbio in proposito.

Dell'Utri.
sembra tranquillo.
forse sa che se deve oliare delle leve conviene farlo con tutte le sue forze ma nel momento ultimo, all'apice dei giudizi, dove spesso le sentenze vengono "stranamente" ribaltate.

attederemo.
con indignazione.





giovedì, aprile 08, 2010

Italyanstan

Benvenuti in italyanstan...