lunedì, maggio 25, 2009

Silvio, Silvio, Silvio! Ed i suoi amici, ovviamente.

Berlusconi!
In qualsiasi paese civile sarebbe da processare immediatamente!

E in molti paesi civili non sarebbe stato neppure considerato "candidabile" per via delle tante prescrizioni occorsegli nella sua quantomeno anomala storia giudiziaria.

Nessun dubbio.

Per essere chiari: via i pregiudicati ed i prescritti dal parlamento e da ogni impiego e carica statale o pubblica.
A casa.
Senza nessuna pietà.
E via da ogni funzione pubblica di qualsiasi livello anche ai soci presenti e passati (e futuri) e parenti di primo grado di pregiudicati e prescritti.
La nostra democrazia è malata, serve una medicina forte.
Che si faccia terra bruciata attorno a corrotti, corruttori,pregiudicati.
Che siano odiati da soci, amici e parenti per il danno arrecato alla comunità dalle loro malefatte.
Sei un socio di un politico corrotto? Se lo denunci e provi che è corrotto, potrai sperare di avere ancora incarichi pubblici e nel pubblico, altrimenti... se vi scoprono, a casa, entrambi, per sempre!


Propongo l'ergastolo ed i lavori forzati a vita, per i politici ed i funzionari pubblici che siano stati colti con le mani nel sacco.

Propongo un massiccio incremento di poteri ai magistrati.
Che si possa indagare impunemente su chi decide di avere una carriera pubblica e/o politica, per legge.
Senza nessun limite di indagine.

In questo modo le mele marce di ogni colore politico saranno stroncate dalle toghe del colore politico opposto.
A tutto vantaggio della comunità intera che si ritroverà dei servitori della cosa pubblica, la respublica, palesemente onesti e inattaccabili, per esaurimento dei corrotti in libertà.

Sarebbe fico, no?
A quel punto sarebbe più facile far dialogare i partiti opposti, perché eliminati gli interessi privati ed economici dei corrotti, l'unico vero interesse sarebbe quello della comunità intera.

Con ovvie differenze di opinione e metodi, ma sicuramente con un dialogo proficuo e non avvelenato da continue minacce facilmente attuabili nei confronti di persone che hanno agito al di fuori della legge e rinunciano volentieri ai propri ideali per mero interesse personale.

Insomma se riuscissimo a filtrare strutturalmente i politici corrotti, ed i funzionari pubblici, finanche i dipendenti pubblici corrotti, saremmo nelle condizioni meno difficili per far ripartire la macchina democratica che dovrebbe amministrare e guidare il nostro amato/odiato paese verso un futuro più prospero.

Il "lodo alfano", e le prescrizioni ai politici, vanno evidentemente in direzione opposta, e per osmosi la nostra democrazia è piena zeppa di gente che secondo quanto esposto è evidentemente il cancro della civiltà.

martedì, maggio 19, 2009

Tramonto a Filicudi

Un tranquillo tramonto a Filicudi, nel silenzio più assoluto.
Solo i gabbiani che piroettavano nell'aria alteravano questo stato di pace estrema, e tuttavia vi si integravano senza romperla, completandola!
Alicudi si staglia all'orizzonte, e a destra lo scoglio "la canna" e l'isolotto roccioso montenassari emergono dal mare. Il faro di montenassari si era appena acceso ed emetteva ogni pochi secondi il suo grido luminoso. Sogno o realtà? Indistinguibile.

Alicudi, Filicudi - La canna e montenassari al tramonto

L'isola di Filicudi