giovedì, dicembre 24, 2009

Per questo Natale ... copio la letterina !

Si, oggi mi sento copione, ma non posso fare a meno di sottoscrivere le parole del buon Tonino!

Ecco cosa scriverei a Gesù Bambino, se esistesse, ovviamente!

Caro Gesù Bambino,
fai in modo che l'anno prossimo torni un po' di libertà d’informazione e di democrazia partecipata nel nostro Paese.
Da più parti dicono che nel nostro Paese c'è democrazia, c'è confronto, c'è dialogo. Anzi, adesso dicono che bisogna riaprire la stagione del dialogo.

E se la prendono con noi perché a questo tavolo del dialogo non ci sediamo.
Ma, caro Gesù Bambino, tu lo sai bene com'è fatto il diavolo. Tu lo sai bene che non ci si può fidare di lui. Tu lo sai bene che a un certo punto l'hai dovuto pure mandare via dal Paradiso per relegarlo all'inferno.
Perché con alcune persone, soprattutto con il diavolo, non si può dialogare. Perché si monta la testa. Pensa! Voleva perfino prendere il tuo posto! Capisci che cosa voleva fare il diavolo?

Nel nostro Paese c'è “un diavolo” al Governo che pensa di usare le istituzioni solo per farsi gli affari suoi. Che vuole addirittura cambiare la Costituzione perché nella Carta non è previsto che lui non può essere processato.
Nella Costituzione c'è scritto, invece, che “tutti devono essere uguali di fronte alla legge” e che nessuno deve commettere reati.

Invece questo “diavolo” vuole che nella nostra Costituzione ci sia scritto che alcune persone (lui!) non possono essere processate, non che non possono commettere reati, intendiamoci.
Però lui questo lo chiama dialogo. E, come tu sai, caro Gesù Bambino, capita spesso che qualcuno abbocchi e dica: "Vabbé andiamo a dialogare".

Te lo immagini? Ricordi la storia di cappuccetto rosso? Avrebbe mai potuto dialogare con il lupo cattivo?
Ecco la preghiera che Ti faccio, caro Gesù Bambino: l'anno prossimo mettici in condizione di liberarci politicamente, attraverso l'esercizio democratico del voto, di questo diavolo al Governo.

Soprattutto mettici in condizione di far comprendere ai cittadini italiani che non devono cadere nel trabocchetto dando il loro voto di fiducia a persone che fanno credere di fare il loro interesse, ma che in realtà fanno solo gli interessi propri.
Gesù Bambino apri gli occhi a coloro che, invece di fare opposizione, decidono di fare inciuci con questa maggioranza.
Tu lo sai, Gesù Bambino, che il diavolo non porta da nessuna parte. Non si va in nessun luogo se entrambe le parti non sono mosse da buone intenzioni. E Tu sai meglio di me che nel Governo Berlusconi non ci sono buone intenzioni. Ci sono soltanto intenzioni di una massa di lobbisti, massonica, che utilizza le istituzioni per farsi gli affari propri.
Ecco, questa è la letterina di Natale che consegno a Te, Gesù Bambino.
Apri gli occhi agli italiani prima che sia troppo tardi.
Tuo affezionatissimo, Antonio Di Pietro

Sottoscritto dal bloggante!

Come direbbe Mr. Garrison Merry F. Xmas a tutti!


lunedì, dicembre 14, 2009

Forza Silvio! Siamo tutti con te! sei un grande!!!

Dai Silvio! che stavolta riesci a censurare mezzo web con i soliti metodi che nelle democrazie sane sarebbero considerati liberticidi e dittatoriali!
Libertà di espressione!
Sopra tutto! è la linfa vitale delle democrazie!
 
Quando un governo arriva a tappare la bocca ai propri cittadini , significa che è già una dittatura, un regime!

L'inno nazionale. Francese.

Avete mai considerato quanto sia bello l'inno nazionale francese?
Io non sopporto quello italiano, più che altro il testo. Antiquato e nauseabondo.
Ma quello francese!
Musica, poesia!


Lo trovate su wikipedia, e sul sito ufficiale del governo francese, ovviamente!

http://it.wikipedia.org/wiki/La_Marsigliese
http://www.elysee.fr/lapresidence/index.php?mode=symboles

mercoledì, dicembre 09, 2009

Nanosilvio ha combattuto la mafia? ma dove?come? guardate come!




Io vorrei restare in italia...
Ma da questo paese ormai ridotto ad immondezzaio umano, morale, politico... non posso fare a meno di desiderare di andarmene.

domenica, novembre 29, 2009

Pane al pane e vino al vino!

per la legge italiana se uno è indagato per reati di mafia non si puo' farlo sapere in giro.
Ovvero il giudice è obbligato a dire che "no, non è indagato", per motivi di riservatezza, anche se a chiederlo è proprio l'indagato stesso, ed anche  se a chiederlo sono terzi, giornali inclusi.

Quindi, se un Giudice dice che berlusconi e dell'utri non sono indagati per mafia, vuol dire solo che non si sa se lo sono! Come per qualsiasi altro cittadino, ovvio.
Certo io non ho mai avuto rapporti con mafiosi, non li ho mai assunti, non ho nessun un passato "buio" da nascondere.
Qualcun altro si.

giovedì, novembre 26, 2009

Del "quando vista x64 me le fa girare"!

In questi giorni sto cercando di risolvere un problema di windows vista.
Non sono l'unico ad avere questo problema, come mostra la seguente ricerca su google:
http://www.google.com/#hl=en&source=hp&q=vista+can%27t+remove+usb+disk&aq=f&aqi=&oq=&fp=1&cad=b

Il bug è ormai noto da 5 anni, c'era anche su XP... ed ancora su vista  non è stato risolto.
Grazie Microsoft!


Ho cercato parecchi tools per rimuovere in modo sicuro un disco esterno usb.
Ma nulla!
Lo ho formattato completamente, non ha files all'interno, se non cartelle speciali create dal file system ntfs per suo uso interno.Il servizio di indicizzazione è disabilitato per quel disco, e per sicurezza ho proprio disattivato il servizio di indicizzazione di windows, che tra l'altro è una schifezza galattica. Ma non basta.


Ho usato, senza successo, un tool freeware per sbloccare i file bloccati da qualche processo, sottolineo  che a differenza del più famoso unlocker... funziona anche su piattaforme a 64bit.

http://lockhunter.com/

Cito un'email che ho mandato ad un amico.

Sto impazzendo da qualche giorno per trovare quale processo mi blocchi l'espulsione del disco di backup da un terabyte.
ho stroncato i servizi di indicizzazione di vista x64 (search indexer, e searchprotocol), ho disabilitato l'indicizzazione dei files su quel disco dal pannello proprietà del disco medesimo.
disabilito pure il nod32 che trovo sistematicamente a "sfruculiare" in quel disco ad libitum...

e poi?
ogni volta che provo a fare la rimozione sicura del disco usb  mi spunta (dopo una pausa di quasi 15 secondi) un messaggio di windows vista che dice che ci sono files aperti e che non può rimuovere il disco usb in questione.
Rinco di windows... dimmi quali programmi e quali files mi impediscono di usare il disco come vorrei! Anni ed anni di sviluppo e sto sistema rimane uguale alla versione 3.1 !!!

Fra poco ( il tempo è tiranno) proverò quanto leggo giusto adesso sul sito segnalato in cima al post, che riporto:

Have USB or SATA drives? Try our tool...

USB Safely Remove is an award-winning hotplug device manager that...
  • Get rids of "device cannot be stopped" problem
  • Can activate stopped device back
  • Hides drives of empty card-reader slots
Read more...
Download now (~3 MB)!

Ok.. programma provato... sembra funzionare, per adesso, ma temo sia a pagamento perchè mi dice versione non registrata.
Ad ogni modo al tentativo di rimozione del disco esterno usb ... dice che
non è stato possibile trovare processi che blocchino il dispositivo usb, che quindi potrebbe essere bloccato da windows stesso. Provare ad arrestare nuovamente il dispositivo, se non funonzia... spegni il computer prima di rimuoverlo.

Si, certo... peccato che ogni volta che spenga il computer... al riavvio mi appare uno scandisk infinito, che alla fine dice che non ci sono problemi, ma a volte mi mostra una sfilza enorme di files recuperati. senza tuttavia trovare errori hardware nella superficie del disco.

Insomma.. avere un disco esterno da un terabyte adibito al backup... e non poterlo spegnere senza rischiare la perdita dei dati... è allucinantemente in stile microsoftiano!
Per di più i miei dati su quel disco sono come il gatto di Schrödinger... forse si sono corrotti allo spegnimento, ma forse no.. certamente se lo riaccendo al successivo inevitabile spegnimento saranno di nuovo in uno stato incerto! aaargh! disco quantistico del cavolo!

PS. non mi rendevo conto di quanto fosse lenta la mia adsl.. !
adesso che è passata a 7 mega ( 5-6 effettivi, dipende dal momento), internet sembra un'altra!

Windows Vista sucks. As usual.

Windows Vista sucks.
One more reason supporting this opinion is its intensive search indexing activity quite always running by default.
This means your hard drives are always in use and your cpu too is heavily affected by that if you have (as you should) installed also a real time antivirus scanner.

It isn't alwas easy to know which files are opened by which process or program.
You can try to use sysinternals tool "process monitor" to fulfill this task.

http://technet.microsoft.com/it-it/sysinternals/bb795533%28en-us%29.aspx

When you have discovered your disk and cpu hogger... kill ! kill kill kill!

Instead of the bunch of micros*it search tools, install "everything search engine"  ( www.voidtools.com , a search program freeware that runs smoothly and faster than light.

legalese notes:
Remember I'm not linked to any company I cite here in this blog and elsewhere, therefore I'm not paid to promote anything. I simply express my opinion on tools I use and have experience with.
Should I ever be linked in any way to a company I cite here, I'll state it clearly.
So, when I say Vista Sucks, it implies I'm not linked to Microsoft!
When I say Everything rules, it just self evident , and I don't even know where in the real world stands the company voidtools making everything search engine. furthermore it's freeware!

sabato, novembre 14, 2009

Anche io! Sottoscrivo in nome della libertà di espressione!

Cito da Blog di Beppe Grillo. E sottoscrivo. Non avrei saputo trovare parole migliori per spiegare la situazione.

"Mi sono rotto i coglioni di Berlusconi". Ditelo in pubblico, al bar, al ristorante. Gridatelo in radio, ai semafori, scrivetelo ai giornali, inviate mail ai siti italiani e internazionali, alle caselle di posta dei deputati, dei senatori. "Mi sono rotto i coglioni di Berlusconi". Non voglio passare la mia vita a inseguire l'ultimo Lodo Alfano, l'ultima ghedinata, l'ultima assoluzione per legge di un corruttore. Non voglio mettermi a discutere sull'ennesima legge ad personam, sulla presa per il culo della democrazia a ripetizione. Non sopporto più i servi che blaterano di riforma della giustizia nei programmi televisivi. Che difendono l'indifendibile, pagati per mentire, coprire, ululare.
E' mai possibile che gli italiani, anche quelli rincoglioniti dalle televisioni, non abbiano un moto di rigetto, un conato di vomito a vedere la Repubblica Italiana trattata come una zoccola? Il Grande Corruttore ha corrotto forse ogni coscienza? Tutto ciò che ha toccato nella sua vita si è corrotto, decomposto. E' lui l'H1N1 della nostra democrazia. Un campione del falso perbenismo che ha trasformato ogni persona in un Capezzone: da Ratzinger a Bossi, da Fini a Bertone. Fa eccezione D'Alema che è un capezzone naturale.
Lo psiconano è un uomo in fuga, una vita in fuga dai processi, uno che ha sempre pronto un piano B per sfuggire alla Giustizia, e poi un altro piano B e un altro ancora. Milioni di piani B, fino alla consunzione del Paese. Un signore che ha permesso che Veronica Lario, madre di tre dei suoi figli, venisse messa con le tette al vento su Libero per averlo criticato. Che usa l'informazione come un ventilatore sparamerda su chiunque gli sia d'ostacolo. L'Italia merita di meglio, siamo diventati lo zimbello del mondo.
Questo vecchio di settantaquattro anni ha fatto il suo tempo come la compagnia di giro che ha messo insieme per proteggersi e che ammorba l'informazione e il Parlamento. Arroganti e ridicoli. Finito Berlusconi (perchè finirà), dovremo pulire dalla sua merda le stalle d'Italia. Ci vorranno anni.
Il 5 dicembre pomeriggio a Roma in piazza della Repubblica è stato organizzato dalla Rete un giorno di caloroso commiato allo psiconano: il "No B day". Io ci sarò. 250.000 persone hanno già dato la loro adesione. Il PDmenoelle ha rifiutato, alla piazza preferisce l'inciucio. Invito i Meet up a partecipare e a diffondere l'iniziativa. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

martedì, novembre 10, 2009

Cito e sottoscrivo


"L'emergenza democratica secondo RaiUno" di Antonio Di Pietro | 10 Novembre 2009
Tieniti aggiornato: www.antoniodipietro.it

venerdì, novembre 06, 2009

Pensieri cupi

Viviamo in uno Paese tanto coerente e civile che il Consiglio di Stato si permette di assurgere il «crocifisso quale simbolo della laicità dello Stato».
Vi ricordate il classico del pacifismo che recita:«combattere per la pace è come fottere per la verginità.»?
Bene il nostro Consiglio di Stato non è lontano dal considerare esponibile  «un vibratore fallico in classe quale simbolo di purezza »!


Non sequitur!

Comprendo perfettamente le ragioni per cui ad ogni livello in Italia i potenti abbiano chiuso entrambi gli occhi innanzi all'anomalia di questo fortissimo simbolo religioso esposto in classe e nei luoghi pubblici.

I politicanti considerano (più o meno a ragione) la Chiesa molto potente e ritengono che non sia il caso di sfidarla, perchè la loro carriera potrebbe essere compromessa o resa più complicata. Il loro benessere individuale è tuttavia in netto «conflitto di interessi» con quello della comunità.

L'anomalia non insiste solo nella presenza del crocifisso in classe.
E' la commistione Stato-Chiesa che non siamo ancora riusciti a eradicare e che compromette inequivocabilmente l'agire dei politici, persino di molti che si professano laici o addirittura atei.

Un enorme conflitto di interessi.
Avete idea di quanti soldi sugge la Chiesa Cattolica dallo Stato Italiano?
Un fiume, un mare.
Troppi!

Non può dirsi giusto uno Stato nel quale la tassazione è differente in base alle idee dei suoi cittadini.

L'ICI (non applicata per la Chiesa, neppure per gli edifici dove la Chiesa esercità attività commerciali) è un'evidenza di questa iniquità. Una delle tante evidenze.

Quanti centri commerciali (a volte enormi) hanno la loro brava cappella con crocifisso o statua del santo di turno, e grazie ad una funzione religiosa celebrata una o due volte l'anno ottengono l'annullamento la loro ICI per via della convenzione Stato-Chiesa?

Lo sgravio dell'ICI è uno dei tanti favori concessi nel passato alla Chiesa, che oggi bisogna annullare.
Quantomeno per gli edifici commerciali e non meramente di culto.

Scientology non è meno credibile di altre religioni per il solo fatto di essere recente.
E non è certamente il culto più avido del denaro dei propri seguaci.
Eppure in Francia Scientology è stata sciolta!
In italia non sarà possibile, perchè creeremmo un precedente troppo pericoloso per la Chiesa Cattolica!

Ma sottolineare soltanto la questione economica è riduttivo.
Il problema è l'ipocrisia del nostro Stato, dei nostri politici.
La decadenza morale, l'assoluta mancanza di etica.

Abbiamo politici che si schierano apertamente con la Chiesa Cattolica, e molti di loro sono divorziati e risposati più volte, e nella loro vecchiaia continuano a "peccare" e perseguire i piaceri della carne con ragazze spesso pagate e a volte di 30-40 anni più giovani, quando non minorenni.

Abbiamo politici cocainomani che dovrebbero salvare i nostri giovani dalla droga, e non hanno il coraggio di introdurre il test antidroga obbligatorio per i parlamentari. Incoerenza pura.

Poi abbiamo politici che fanno l'en-plein frequentando prostitute transessuali, in festini a base di droga.

In sintesi: abbiamo tanti politici corrotti , ipocriti e falsi.
E questo mi rattrista.
Perchè a meno di un'evento inaspettato e catartico come la "caduta del muro di Berlino",  non credo che nella mia vità vedrò questo paese ( iniziali piccole, non merita di più), crescere e diventare una democrazia adulta ed uno Stato giusto.

A forza di defilippiche, stiamo nuotando vigorosamente verso l'abisso culturale e sociale: un nuovo medioevo.

domenica, novembre 01, 2009

Conflitto di interessi.

"Facce toste" di Antonio Di Pietro | 1 Novembre 2009
Tieniti aggiornato: www.antoniodipietro.it

sabato, ottobre 31, 2009

Il miglior Halloween che si possa avere: da paura e raccapriccio!

Si paura e raccapriccio perchè anche per questo halloween la nostra si conferma una repubblica delle banane!
Cose da accapponare "la pelle"!

sabato, ottobre 24, 2009

Breve. Troppo breve.

La vita è breve.


www.fravia.com/swansong.htm

Mi mancherai.
Ma sarai sempre al mio fianco.
grazie

domenica, ottobre 18, 2009

io non sono come quello!

Cito un commento che ho trovato sul sito del grande Beppe Grillo.
E' troppo bello per non meritare una citazione "copia ed incolla"!

Ecco :

Caro B.io non sto con lei.Non sto con lei perché non sono mai stato iscritto alla Loggia massonica eversiva P2 con tessera n° 1816;non sto con lei perché non ho mai acquistato a prezzo di saldo una faraonica villa da una ex ereditiera in difficoltà con il fisco,grazie ai “buoni uffici” del Tutore Legale della signora(Cesare Previti, ndr) che secondo il Tribunale avrebbe dovuto curarne gli interessi.Non sto con lei perché io invece pago un mutuo sanguinoso che si prenderà cura della mia vecchiaia fino al 2031.Non posso stare con lei,caro sig.B. perché non ho mai avuto come amico del cuore un Ministro socialista pluriindagatocondannato e fuggito all’estero.Non sto con lei perché non ho mai assunto mafiosi alle mie dipendenze e perché non frequento condannati per concorso esterno in associazione mafiosa e tantomeno gli lascio gestire miei averi.Non sto con lei perché se un mio amico si pulisse il fondoschiena con il tricolore lo prenderei a calci nelllo stesso posto;non sto con lei perché ho molti vizi e non sono unto dal Signore,perche sono il peggior cittadino italiano degli ultimi centocinquanta anni ma,nonostante questo,quando mi sento un po’ giù di corda, non convoco una minorenne a casa mia per “farmi tirare su il morale”.Non sto con lei perché se voglio un libro lo pago e non corrompo un Giudice per appropriarmi indebitamente di tutta la casa editrice. Non sto con lei perché se dimentico di pagare il bollo o una rata dell’Inps mi trovano subito e mi sanzionano con importi da strozzino,e non posso nemmeno patteggiare, chiedere l’amnistia,appellarmi al falso in bilancio, chiedere la prescrizione,ricusare. Non sto con lei perché Bernard Madoff,si è preso 150 anni di carcere non si è permesso nemmeno di dire che il Giudice era antipatico.Non sto con lei perché non ho fondi neri da ripulire in offerta al 5%,realizzati sulle spalle di lavoratori precari con contratti a orologeria.Non sto con lei perché sono alto e non mi pettino con PhotoShop.www.altraversione.org

mercoledì, ottobre 14, 2009

L'ottavo nano! Rubolo !

C'era un nano, tale "rubolo", il cui magnaccia era caduto in disgrazia e non poteva più proteggerlo in seguito a una serie di scandali denominati "boscopoli". Il nano sarebbe stato arrestato dai lupi cattivi, e incarcerato , e sarebbe anche fallito perchè pieno di debiti.
Con tutte le sue forze decise di buttarsi in politica, e da quel giorno tutti i processi a suo carico furono cancellati dalla maga "prescrizia", e dalla fata "amnistia", o dal mago "corrutio" ( come nel caso della libreria del bosco, avuta pagando il grillo parlante).
Il nano fu aiutato anche da un certo siracusano ( archimede?) , che gli fece pure una legge orwelliana per cui egli non poteva essere processato, e per questo era divenuto differente da tutti gli altri animali del bosco.
Il nano, camminava sulle nuvole, molto in alto.
E forse un giorno, cascherà....!

martedì, ottobre 06, 2009

Ritorno al nucleare - tra mafie e corruzione

Chi stabilisce per quanto tempo dopo un referendum la volontà popolare deve essere rispettata?

Berlusconi vuole il nucleare in Italia, quando nel resto del mondo stanno smantellando.

In Giappone le loro scorie nucleari le mandano in Europa e nel resto del mondo sin dagli anni 90, e loro sono i più evoluti tecnologicamente e quindi se ci fosse un metodo per "bonificarle" lo userebbero.

In Italia c'e' una corruzione endemica e dilagante, la mafia , la ndrangheta, e le varie ecomafie non si fanno scrupoli a smaltire le scorie e i prodotti inquinanti e mortali nascondendoli e affondandoli sul fondo del mediterraneo. Io non mi fido degli italiani, non mi fido dei nostri politici.

Se non fossimo in Italia, forse un nucleare meno pericoloso potremmo affrontarlo.

Ma non con uno stato dove tutto passa per tangenti, mazzette, corruzione e mafia, anche per le cose importanti per la salute e la sopravvivenza degli italiani.

Ho votato contro il nucleare al referendum, perché oggi Berlusconi e la sinistra (per mancata opposizione) si permettono di scavalcare la volontà popolare?

Siamo un paese ad altissimo rischio sismico!
Cernobyl io la ricordo.
Ed anche gli incidenti nucleari italiani!

Il nucleare non è sicuro; leggete
http://grpsocialeprogressista.myblog.it/archive/2008/05/27/lista-incidenti-nucleari.html

Cito anche un commento di LUNADICARTA che trovate ( oggi) nella stessa pagina dell'elenco citato.
eccolo:
Ovviamente non c'è nulla di quanto sia accaduto in Italia negli ultimi 40 anni.

Considerato che l'ultimo incidente grave accaduto in tema nucleare in Italia risale a 3 anni fa, all'impianto al plutonio della centrale nucleare "ex Enea" alla Casaccia di Roma (xx municipio della capitale) beh ...

Vi dirò ... parecchi sindaci di Roma hanno la coscienza sporca e anche alcune parti politiche, per il completo silenzio stampa finanche sulle interrogazioni parlamentari e sulle persone contaminate, tra il personale della centrale nucleare inglobata dalla Capitale.

Ah.. senza contare la farsa dei tumori causati dalle antenne vaticane, che si trovano in luogo raggiungibile a piedi dalla centrale nucleare, che inquina dal 1968 l'intera area con una radioattività diffusa e amplificata dalle stratificazioni di tufo di origine vulcanica.

So bene che abbiamo bisogno di energia , e che per questo si fanno le guerre.
ma un vecchio 70 enne non vedrà i danni che le sue centrali nucleari provocheranno agli italiani, non vedrà il cancro divorare i suoi elettori, il suo parco buoi, il suo pubblico televisivo rimpinzato di propaganda, faziosità e pubblicità.

Lui morirà prima, ma non per questo le sue azioni smetteranno di danneggiare l'Italia dopo il suo passaggio.

mercoledì, settembre 30, 2009

basta con il canone RAI !

Aboliamo il canone RAI, una vergogna italiana.
La RAI ormai ha la tecnologia per criptare i suoi segnali, quindi chi la vuole vedere compri il decoder e si abboni, agli altri... pur possessori di TV e similari, che non gli si rompano i maroni!

Uso la tv per la playstation,internet, i DVD , il computer , SKY, ma non per vedere la RAI!

NON voglio pagare per un servizio che servizio non è ma è solo propaganda del partito al potere di turno.
Che schifezza!
Quanti soldi sprecati, quanti soldi in pacchi e quiz inutili e programmi diseducativi.

BASTA! ;-)

domenica, settembre 27, 2009

Che serpente è ?


Che serpente è ?
Originally uploaded by CyboRoZ
Qualcuno sa dirmi se questo è un normale serpente innocuo ? dagli occhi non sembrerebbe una vipera, ma è marroncino: cosa sarà mai?
Un cucciolo di biscia, che ancora non ha la pelle nera?

venerdì, settembre 25, 2009

Ecco l'elenco dei commercianti PizzoFree, che non pagano il pizzo alla mafia!

Ecco sul sito dei ragazzi di AddioPizzo la lista dei commercianti e delle attività che non pagano il pizzo!
Io mio augurio è che venga consultata spesso da tutti e siano preferiti rispetto ai commercianti che si piegano alla mafia e la coprono pagando regolarmente il pizzo senza denunciare.
La lotta alla mafia è un impegno che deve essere di tutti, mica solo di questo o quel magistrato degli anni 90.
O no?
Ciucciatevi la lista  e diffondetela!
http://www.addiopizzo.org/pizzofree_alfa.asp

Ribadisco.
Leggete con attenzione l’elenco, portatelo sempre con voi, acquistate i prodotti di questi nostri coraggiosi concittadini; fatelo facendovi riconoscere!
Dimostrate loro tutta la nostra stima e la nostra gratitudine.
Diffondete questa lista tra amici e parenti, nei luoghi di lavoro, nelle scuole, nelle università, tra colleghi e conoscenti.
Chi volesse aderire alla campagna con il proprio esercizio commerciale o chiedere maggiori informazioni, può scrivere a: consumocritico@addiopizzo.org

Libertà di stampa! Io ho firmato l'appello! uh yeah!




Chi non firma psiconano è! è !

mercoledì, settembre 16, 2009

domenica, settembre 06, 2009

I politici italiani

La scena italiana è sempre la stessa... scandalo sul giornale, politici di ogni parte che litigano e si scannano per un pò, ognuno dice che la controparte mente, poi si scopre che qualcosa è vero, anzi molto è vero... e gli alleati subito a mitigare le acque, ad invitare a smorzare i toni,  a non farsi guerra fra loro.

Io non tollero più questo stato di cose.

L'italia ( i piccola) è un paese che non mi piace più.

Tutta la classe politica è corrotta o collusa, o quantomento con le mani in pasta.
Ogni invito che sento a smorzare i toni e non avvelenare l'atmosfera è per me una palese affermazione che tutti sono peccatori, e che fra peccatori bisogna comportarsi da signori, e non spiattellare in pubblico le marachelle di questo  e quello, altrimenti tra una vendetta e l'altra... tutti ci rimetterebbero.
tutti i politici, intendo. è ovvio.

ma spiattellare le marachelle degli uomini della cosa pubblica è proprio il dovere della stampa, un dovere civile che è anche un diritto garantito nei paesi, appunto, civili. non in italia.

L'italia ormai è un paese da terzo mondo, solo che ancora le televisioni non lo hanno comunicato ai cittadini.
beh... ben vengano  questa ed ogni altra crisi... 
ormai solo il tracollo, son convinto, potrà far cambiare idea ai fan del "papi".

Trenitalia.... ed il pagamento online

Oggi ho perso tre ore ( leggasi TRE ore) cercando di acquistare un biglietto ferroviario sul sito di trenitalia...
grrr....

per qualche motivo al momento del pagamento con carta di credito tutto andava a signorine di facili costumi, mi dava un errore relativo a parametri errati ed il pagamento non veniva effettuato...

Alla fine ho deciso, con sommo scorno, di provare a rifare la trafila usando internet explorer al posto dell'adorato firefox... e tutto ha funzionato perfettamente.

ora...
cari webmasters di trenitalia.it
firefox è un browser ormai troppo usato per essere ingorato!
se volete perdere una percentuale più che discreta di clienti... continuate così.
ma se io fossi in trenitalia vi avrei già costretti a verificare il funzionamento con tutti i browser che abbiano anche solo il 5% del mercato. Non farlo significa perdere una fascia di utenza numericamente importante ed anche remunerativamente utile in quanto costituita da navigatori "evoluti" e disinibiti nei confronti dei pagamenti online.

per concludere, cari amministratori di trenitalia... ci sono tanti precari in giro ... un turn-over dei webmaster e del personale IT ( che ringrazio vivamente per il tempo che mi hanno fatto perdere) potrebbe essere utile al vostro business!

giovedì, agosto 13, 2009

La scuola italiana e la palla al piede...

Ma dove andremo a finire se continuiamo a stare dietro alla palla al piede millenaria e medioevale che è la chiesa cattolica ?

La religione cattolica non è l'unica, non è migliore di nessun altra religione, non ha fondamenti scientifici... é dogmatica e si basa sulla FEDE...

Non c'è alcun motivo per cui debba essere inculcata ai nostri giovani.

Sì la fede cattolica è la nostra storia. Ma per l'appunto é storia, è il passato, e non si può rimanere ancorati al passato se si vuole sopravvivere e prosperare nel futuro.

I nostri giovani non possono permettersi di perdere tempo dietro a fantasticherie, fiabe e storie di zombies redentori.

A scuola si va per crescere e progredire, non per regredire.

La chiesa vuole metter bocca nella valutazione dei nostri figli da una prospettiva assolutamente parziale, ridotta, distorta del mondo e dei valori ai quali dovrebbero essere educati.

Parlano di gente che vola, di resurrezione, di zombie, di peccati che avremmo fatto e che dovremmo espiare... La chiesa! Sono gli stessi dei 660 milioni di dollari pagati alle vittime dei preti pedofili... e dovrebbero giudicare i nostri ragazzi? Ma va là!

domenica, luglio 19, 2009

Beppe Grillo alla guida del PD ! Sperem!

Sondaggio di oggi su L'espresso online.
A quanto pare Beppe Grillo spopola !
Come si fa a negargli la tessera e a lamentarsi?
Qui sembrano tutti per Beppe Grillo!
Ah... un'ultima nota...

Anche io sono per Beppe Grillo alla Guida del PD ( e dell'Italia).
Finalmente avremmo qualcuno che ci rappresenta.
Non i soliti ricconi travestiti.


martedì, giugno 16, 2009

Silvio azzera la libertà di stampa e intralcia la giustizia! perchè? cosa possiamo fare?

I giornali hanno il dovere di informare.

I cittadini hanno il diritto di sapere.

I giornali hanno il dovere di informare perché i cittadini hanno il diritto di conoscere e di sapere.
La nuova legge sulle intercettazioni telefoniche è incostituzionale
, vanifica le indagini, rende impossibile il lavoro di polizia e magistrati, riduce la libertà di stampa e la possibilità di informare i cittadini. Per questo va fermata.

Per firmare l'appello di repubblica visita questa pagina:
http://www.repubblica.it/speciale/2009/appelli/dovere-di-informare/index.html

lunedì, maggio 25, 2009

Silvio, Silvio, Silvio! Ed i suoi amici, ovviamente.

Berlusconi!
In qualsiasi paese civile sarebbe da processare immediatamente!

E in molti paesi civili non sarebbe stato neppure considerato "candidabile" per via delle tante prescrizioni occorsegli nella sua quantomeno anomala storia giudiziaria.

Nessun dubbio.

Per essere chiari: via i pregiudicati ed i prescritti dal parlamento e da ogni impiego e carica statale o pubblica.
A casa.
Senza nessuna pietà.
E via da ogni funzione pubblica di qualsiasi livello anche ai soci presenti e passati (e futuri) e parenti di primo grado di pregiudicati e prescritti.
La nostra democrazia è malata, serve una medicina forte.
Che si faccia terra bruciata attorno a corrotti, corruttori,pregiudicati.
Che siano odiati da soci, amici e parenti per il danno arrecato alla comunità dalle loro malefatte.
Sei un socio di un politico corrotto? Se lo denunci e provi che è corrotto, potrai sperare di avere ancora incarichi pubblici e nel pubblico, altrimenti... se vi scoprono, a casa, entrambi, per sempre!


Propongo l'ergastolo ed i lavori forzati a vita, per i politici ed i funzionari pubblici che siano stati colti con le mani nel sacco.

Propongo un massiccio incremento di poteri ai magistrati.
Che si possa indagare impunemente su chi decide di avere una carriera pubblica e/o politica, per legge.
Senza nessun limite di indagine.

In questo modo le mele marce di ogni colore politico saranno stroncate dalle toghe del colore politico opposto.
A tutto vantaggio della comunità intera che si ritroverà dei servitori della cosa pubblica, la respublica, palesemente onesti e inattaccabili, per esaurimento dei corrotti in libertà.

Sarebbe fico, no?
A quel punto sarebbe più facile far dialogare i partiti opposti, perché eliminati gli interessi privati ed economici dei corrotti, l'unico vero interesse sarebbe quello della comunità intera.

Con ovvie differenze di opinione e metodi, ma sicuramente con un dialogo proficuo e non avvelenato da continue minacce facilmente attuabili nei confronti di persone che hanno agito al di fuori della legge e rinunciano volentieri ai propri ideali per mero interesse personale.

Insomma se riuscissimo a filtrare strutturalmente i politici corrotti, ed i funzionari pubblici, finanche i dipendenti pubblici corrotti, saremmo nelle condizioni meno difficili per far ripartire la macchina democratica che dovrebbe amministrare e guidare il nostro amato/odiato paese verso un futuro più prospero.

Il "lodo alfano", e le prescrizioni ai politici, vanno evidentemente in direzione opposta, e per osmosi la nostra democrazia è piena zeppa di gente che secondo quanto esposto è evidentemente il cancro della civiltà.

martedì, maggio 19, 2009

Tramonto a Filicudi

Un tranquillo tramonto a Filicudi, nel silenzio più assoluto.
Solo i gabbiani che piroettavano nell'aria alteravano questo stato di pace estrema, e tuttavia vi si integravano senza romperla, completandola!
Alicudi si staglia all'orizzonte, e a destra lo scoglio "la canna" e l'isolotto roccioso montenassari emergono dal mare. Il faro di montenassari si era appena acceso ed emetteva ogni pochi secondi il suo grido luminoso. Sogno o realtà? Indistinguibile.

Alicudi, Filicudi - La canna e montenassari al tramonto

L'isola di Filicudi

sabato, aprile 18, 2009

Libertà, democrazia, progresso e dinosauri in estinzione

Pirate bay ha appena perso una battaglia, ma sono sicuro che vincerà la sua, la nostra guerra.
Una guerra di democrazia e libertà.
Google e le compagnie telefoniche , per fare un esempio, permettono molti più crimini "reali" e/o crimini contro la proprietà intellettuale di Pirate Bay.. è evidente.

Anche pirate bay, a dispetto del nome provocatorio scelto per far scalpore e dar risalto alla sua causa, è un banale motore di ricerca come tanti altri. Non è piu' criminale o onesto di altri solo per via del nome: i criminali mica si danno nomi espliciti, in genere anzi, si mascherano con nomi assolutamente credibili ed affidabili, e si coronano con slogan rassicuranti: la "tua" banca, l'assicurazione "che ti fa stare tranquillo" e poi ti appioppano derivati e subprimes...

Se pirate bay fosse condannabile veramente, allora google e tutti gli altri motori di ricerca, nonché tutti i fornitori di servizi di telecomunicazioni dovrebbero essere altresì condannati per le medesime ragioni.

E' un dato di fatto.
Non basta un nome "onesto" a rendere onesto qualcuno.
L'abito non fa il monaco.

Un servizio di comunicazione, un search engine non sono legali o illegali tout court, sono neutrali.
L'uso che ne fanno gli utenti puo' essere considerato legale o illegale.
Ma sono gli utenti che devono essere perseguiti, non il fornitore di servizi di comunicazione.

E' evidente che è piu' facile colpire i motori di ricerca.
E' difficile combattere i consumatori senza ottenerne un danno di immagine.
E' difficile combattere i consumatori quando si vendono prodotti che non vogliono comprare, perchè probabilmente costano troppo o non hanno una qualità tale da giustificarne l'acquisto.
E' difficile combattere una battaglia che è persa perchè si è una multinazionale che ha tantissimi soldi e tantissimi avvocati ma non ha più senso di esistere nelle modalità in cui è esistita in passato, ovvero come una grande macchina che distribuisce prodotti fisici nel globo.

Gli autori non hanno più bisogno dell'industria della grande distribuzione.
Non serve più!
L'industria non sa come fare per sopravvivere, quando l'unica cosa che puo' fare è aiutare gli autori a produrre meglio e di più, ma non certo aiutarli a distribuire la loro musica!

Se gli autori distribuissero la loro musica a prezzi venti volte inferiori agli attuali, ma direttamente da internet, senza intermediari, guadagnerebbero molto di più perche' venderebbero molto di più ed il guadagno sarebbe tutto loro.
Molti che non comprerebbero mai il loro disco per 20 euro, o 10, magari lo comprerebbero per un euro.
E per ogni 10 euro che si pagano per un cd tradizionale, raramente all'autore va più di un euro.
il resto va al negoziante, al grossista, al distributore, allo stampatore, all'etichetta discografica.
all'autore restano meno delle briciole.

E' evidente che se l'autore, l'artista, distribuisse la propria musica online, avrebbe un mercato sterminato.
E la gente ama gli artisti, ed odia chi li sfrutta.
Gli artisti sarebbero certamente premiati dalla gente, perche' il pubblico vuole che l'artista preferito continui a produrre e sia in grado economicamente di farlo.

L'industria discografica ha bisogno di un profondo rinnovamento.
mi spiace per tutti i venditori di dischi, che hanno in questi giorni sponsorizzato moralmente o economicamente un bel servizio sulla rai, che da servizio pubblico si presta come al solito agli interessi privati di pochi potenti, in questo caso le lobby della discografia e degli audiovisivi...
un servizio inspirato alla compassione verso questi poveri lavoratori, che non possono piu' vendere dischi perche' ci sono dei cattivi pirati che scaricano gli mp3 !

Ragazzi, oggi non vendete dischi, e ne venderete sempre meno!
Perché i dischi non servono piu' , sono un formato di distribuzione della musica e dei prodotti audiovisivi che è morto, finito, inutile, obsoleto , passato,defunto!
Vendere cd e dvd è come vendere ghiaccio agli eschimesi!
Fatevene una ragione e cambiate mestiere, trovatevi un lavoro che abbia un ruolo utile alla società, qualcosa che serva alla gente!

Non è colpa dei pirati se non vendete più dischi!
La gente non cerca più i cd, anche se si sentono molto meglio degli mp3... perche' sono scomodi, si deteriorano, pesano, occupano troppo spazio, e costano moltissimo senza un reale motivo.
Si rinuncia alla qualità pur di avere un di comodità in più nella gestione della propria musica.
Incidentalmente , chi ama la qualità scarica in formati con compressione lossless, che ha la stesssa qualità dei cd, anche se occupa più spazio del formato mp3.Ma bando ai tecnicismi, torniamo al discorso principale.

Ulteriore danno per gli utenti.
L'industria dell'audiovisivo adora i supporti fisici, per un semplice motivo che spesso la gente non immagina: i supporti fisici hanno una fisicità che li lega al fattore tempo!
Vi spiego: un cd , una video cassetta, un dvd si rovinano nel tempo, si deteriorano, si rompono!
Se un utente compra un disco, in realtà sta comprando una licenza a fruire l'informazione contenuta. una licenza a vita, associata al supporto fisico.
Ma... ovviamente se il supporto ha una vita media di 5-10 anni, e dopo sistematicamente si rompe...
ecco che magicamente l'industria del disco ha un vantaggio enorme!
Quante videocassette originali avete gettato nella spazzatura negli anni passati?
Forse non avete più diritto a vedere\sentire le opere che avevate acquistato, nel momento in cui il supporto fisico si rompe?

La musica digitale non si deteriora mai, e se un consumatore compra un mp3, se lo puo' godere per tutta la vita, e probabilmente potrà anche cedere la licenza di ascolto ai suoi eredi... come avrebbe fatto con un cd o un bel vinile.

questo all'industria del disco non piace.
ed in questo caso non piace neppure agli autori.
ma è un dato di fatto.
Se il consumatore compra un frigorifero che non si rompe mai per tutta la vita, non vorrà mai comprarne altri tradizionali, che durano qualche anno e poi cascano a pezzi.

E' il progresso.non lo si puo' combattere.
Ma si può provare ad innovare, con formati audio migliori che superano i limiti degli mp3, mantenendone i vantaggi. Certo l'industria o meglio gli artisti potrebbero rivendervi la stessa musica in formato migliore, in quadrifonia, surround, formati aurali... e chiedervi qualche euro per l'upgrade dei brani che avete già comprato in un formato più bello che renda l'esperienza di fruizione dell'opera più coinvolgente.
Ma non lo fanno... perchè sono gestiti da manager incartapecoriti che temono il nuovo e sanno solo sfruttare fino all'osso il vecchio, oltre i limiti della decenza commerciale.

Se come me siete a favore di pirate bay, sosteneteli!
Fate una donazione, comprate un gadget o una maglietta dai negozi indicati nel loro sito ( ad esempio: http://www.bytelove.com/ ).

Appoggiate la loro, la nostra causa.
E' una questione di libertà.

Se oggi una multinazionale si puo' permettere di zittire le voci libere su internet, e dettare le leggi che ispirano i governi - ciao Carlucci, come mai le tue proposte di legge te le scrivono i discografici? dal tuo ruolo pubblico tuteli i consumatori o gli interessi di alcune industrie private? - la libertà nel nostro paese, continente, mondo è in pericolo.

Lo so, su questo non avevate dubbi, ed è per questo che bisogna agire, esprimersi, manifestare, legiferare bene.

Roz , che adesso va su un qualsiasi servizio di torrent a scaricare l'ultima distribuzione di Linux knoppix !
In attesa della mia magliettona di Pirate Bay!

lunedì, aprile 13, 2009

Sicilia.Filicudi.

"Non è grave il clamore chiassoso dei violenti, bensì il silenzio spaventoso degli uomini onesti." (Martin Luther King)

domenica, marzo 29, 2009

E' scattata l'ora legale!

No.
Non è veramente scattata l'ora legale.

Se lo fosse, tutti i nostri politici sarebbero in fuga.
Ed invece sono sempre li incollati alle loro maledette poltrone!

Photo used under gpl2 license. Author: bug a lug
link : http://www.flickr.com/photos/29505605@N08/3198765320/

giovedì, marzo 26, 2009

Ancora costi "occulti" per ricariche telefoniche... bastaaa!

In questi giorni ho acquistato una scheda ricaricabile Wind "dati" , per connettermi ad internet da subnotebook. Questa scheda è solo dati, pertanto non è abilitata alle telefonate vocali.

Per ricaricarla ho comprato una ricarica da 25 euro, e ho composto il numero wind indicato sulla medesima per ricaricare un telefono che non sia quello da cui si chiama.
Tale numero è il 328 5252500.

E' un prefisso wind.Anzi... il prefisso wind per eccellenza.

Dal mio telefonino wind ho le telefonate verso wind "gratis", ovvero conteggiate forfettariamente.
Dopo aver ricaricato la suddetta scheda wind dati , ho scoperto che la chiamata mi è costata 46 centesimi.

Ma come è possibile? io ho le chiamate "gratuite" verso wind!
ed i miei minuti "gratis" non li esaurisco mai.

Ho chiamato il call center wind , e mi hanno detto che quel numero 328 non è considerato come facente parte della rete wind.

Trovo questa cosa sconcertante.
Non è scritto da nessuna parte sulla scheda di ricarica che quel numero non è wind pur avendo il classico prefisso wind, e che quindi la chiamata mi sarebbe costata.

L'operatrice di Wind interpellata in seguito ha detto che soltanto da un "terminale" posso evitare in futuro di pagare il balzello per fare le ricariche.

Io leggo in questo dei costi di ricarica occulti.
occulti in quanto non palesi e chiari per il consumatore.

che ci vogliamo fare?
questa è l'Italia che ci stiamo costruendo con i nostri voti.
[inserisci un ghigno ironico qui]

giovedì, febbraio 26, 2009

Vicino, ma non ancora centrato!

Angurie agli italiani!
Il lieto giorno si avvicina!

martedì, febbraio 24, 2009

Sempre caro mi fu quell'ermo Silvio...!

http://hdl.loc.gov/loc.pnp/ggbain.11115Regà.. berlusconi non merita di essere il capo del nostro governo.
non ci sono parole per spiegare il disgusto che provo.
Grande Di Pietro che con l'intervento di oggi ha messo i puntini sulle i !
Silvio: hai fatto il tuo tempo, o ti fai giudicare come tutti gli altri italiani o te ne vai in esilio perche' non italiano.
ma io ti preferirei giudicato.
e probabilmente (evidentemente,mills docet) condannato.
basta.
cambiamo aria.
qualcuno tiri una scoreggia, perche' qui l'aria e' così irrespirabile che sarebbe comunque meglio!

Ancora increduli?
leggete questo intervento in parlamento:
"La volgarita' del milleproroghe" di Antonio Di Pietro | 24 Febbraio 2009
Tieniti aggiornato: www.antoniodipietro.it


Info sulla foto : Auto Polo, Sotto Creative Commons licence.
Link:
http://hdl.loc.gov/loc.pnp/ggbain.11115

domenica, febbraio 15, 2009

Xampp on vista x64

I'm loading my new vista x64 system with some basic software...

Vista x64 means... enough memory to run anything you could imagine at the same time, yet also high incompatibility rate on old and current ( Feb 2009) software!

"Vista's Driver Signature Enforcement" could be a nice thing, in theory, but cuts the legs to any freeware developer.. as it means 500$ per year to get an authorized signature, which by itself doesn't provide any further quality on the drivers' code.

I've tried to install many classic software on vista x64 on my new i7 920 based system, yet many many of them are not working anymore.

For other tools it could result a real nightmare to setup correctly everything to get a working system.

Xampp is a great tool to set up a web development machine on a windows system ( or linux, as well!).

Under vista, a note say xammp path should NOT be inside c:\program files 8x86) for permission problems.
so as path it's a good choice something like c:\xampp .

to make shorter this post... about XAMPP on vista x64
Apache did start, but was killed everytime soon after.
I tried to run it as a system service.
sometimes it did not start at all, some other times it started and then ended or crashed with a (-1) system service error message code.
A matter of permission.

I then changed the link of "xampp control center", checking "run as administrator" option.
How? Easy: right click on the xammp control center link, now choose "properties", then go into the "shortcut" tab, click on "advanced" button,and check "run as administrator".

now vista ( a smart guy.. yeah!) pops up a stupid "tell me ok and dont' read it 'cause I annoy you repeatedely with stupid questions".. I press ok.. xampp runs (with administrator privileges) and so xampp can run apache with adeguate privileges too.

Remember xampp does not come in a proper (read: safe) production configuration, and security is an issue you have to deal with: set passwords, instruct your firewall(s), isolate your development system if necessary.

Photo: Format: Glass plate negative.
Rights Info: No known restrictions on publication.
Repository: Tyrrell Photographic Collection, Powerhouse Museum www.powerhousemuseum.com/collection/database/collection=The_Tyrrell_Photographic
Part Of: Powerhouse Museum Collection
General information about the Powerhouse Museum Collection is available at www.powerhousemuseum.com/collection/database
Persistent URL: http://www.powerhousemuseum.com/collection/database/?irn=27982
Acquisition credit line: Gift of Australian Consolidated Press under the Taxation Incentives for the Arts Scheme, 1985

giovedì, febbraio 12, 2009

Nuovo pc, nuovo vista!

Yeppa! Un nuovo PC!
Ancora tutto da sistemare, ma sicuramente gradevole!
I7 920, 4 cores a due vie.. e 6 giga di ram (presto diventeranno 12...), X58, radeon hd4800 512, 1 tera di HDisk... non mi posso lamentare!

Windows vista a 64bit ha i suoi punti di forza e le sue debolezze, principalmente la quasi cronica carenza di software nativo a 64bit...
praticamente tutto il software non microsoft è a 32bit, il che non è proprio il massimo, pero' col tempo tutto si sistemerà.
Nod32, sempre ottimo, esiste già in versione a 64bit.. super. per adesso è in prova, ma son sicuro che sara' il mio prossimo acquisto.

Avevo adocchiato kaspersky internet suite, ma persino l'ultima versione compatibile con vista a 64bit... era comunque a 32 bit... in fase di installazione ho visto che stava andando nella cartellina programmi (x86)... e lo ho stroncato.
meno male che esistono i trial!
considerato che ho gia' due licenze di kaspersky 2009 acquistate e inutilizzate.

Comodo è un firewall strano, ancora non mi sono ambientato, sembra tosto, di sicuro e' gratis ed a 64 bit nativamente, quindi per me e' ok.
* nota a distanza di circa una settimana: comodo comincia a piacermi proprio - mi piace il suo modo di avvertirmi quando le applicazioni cazzeggiano in modi sospetti coi registri, magari, modificando chiavi che terminano con "trusted people" et similia *

Zone alarm ha dei tempi di adattamento ai nuovi sistemi operativi faraonici... e ogni volta che c'e' una novita resta indietro, e perde clienti. peccato, e' sempre stato la mia prima scelta, ottimo come compromesso semplicità/sicurezza.
ma la versione a 64 bit e' ancora solo beta.

martedì, febbraio 10, 2009

Cerco la luce, trovo solo oscurità“Il cammino della democrazia non è un cammino facile. Per questo bisogna essere continuamente vigilanti, non rassegnarsi al peggio, ma neppure abbandonarsi ad una tranquilla fiducia nelle sorti fatalmente progressive dell’umanità… La differenza tra la mia generazione e quella dei nostri padri è che loro erano democratici ottimisti. Noi siamo, dobbiamo essere, democratici sempre in allarme”.
Norberto Bobbio

domenica, febbraio 01, 2009

Scontro totale! Politici vs giustizia...

Da qualche anno c'e' un tipo bassotto (citazione disneyana) che se la prende con i giudici che facendo il loro dovere lo continuano a chiamare in causa per vari reati.
Molte volte questo tipo e' stato scoperto con le mani nel sacco.
Ma è riuscito a fondare un partito e controlla tante televisioni pubbliche e private e i principali editori , e con esse l'idea del mondo e dell'Italia che gli utenti si riescono a fare (o almeno di quelli poco utenti e molto utonti).

Ormai è il capo della cosa che una volta era pubblica ed ormai e' sua e dei suoi amici di ogni colore (senza dubbio nessuno di loro e' razzista quando si tratta di "mangiare").

Diventato "er capo", ha potuto cambiare le leggi, modificare i termini di prescrizione, decidere che alcune cose che prima erano reato e che lui aveva commesso ora non erano più da considerare reato... in questo modo si e' evitato la galera, ha guadagnato ancora più soldi (pare sia il più ricco di tutta Italia!).

Molti processi a suo carico si sono così spenti per le sue leggi che hanno cancellato il reato!
Ed assieme a questi... tanti altri criminali hanno salutato con un bacio sulla fronte il giudice ridendosela e ripromettendosi di rivotare il bassotto piduista.

Come non comprenderli? loro sono criminali, non e' strano che vogliano fuggire dalla giustizia.
Non è affatto anomalo, per dei criminali.
Ma per un politico?
Sarebbe strano per un politico onesto!
Non strano per uno che si circonda di pregiudicati, li inserisce nel suo partito e li fa finire in parlamento!

Che tipo di leggi vi aspettate da dei criminali pregiudicati?
Giustizia e uguaglianza?
Aiuto e protezione per gli onesti?
Lotta alla mafia?
Sostegno per le piccole imprese che sono la forza trainante dell'economia italiana?
Una scuola che educhi le nuove generazioni rendendole colte, preparate, indipendenti, libere?
Se la pensate così, volete anche dei crostini da mettere nel vostro cervello ormai andato in pappa?

Immaginate un rapinatore di banche e stupratore seriale, un bugiardo cronico ed edonista, che diventa sindaco di una città.
Immaginate quando il poliziotto che lo ha scoperto rubare e stuprare bussa alla sua porta, accompagnato dal giudice che gli fissa una appuntamento in tribunale per giudicarlo...

Ora immaginate che il tizio, in qualità di sindaco dica: ok, da oggi nella nostra città rubare e stuprare non e' più reato. Ed anche indagare sul sindaco diventa reato, con effetto retroattivo!.

Indovinate se i concittadini sentendo queste parole non si arrabbiano di brutto!
Lo farebbero eccome!

Solo che molti cittadini non lo possono sapere perché il giornale e la TV della città li hanno convinti che quella modifica alla legge non c'e' mai stata, o se c'e' stata, era giusta e necessaria.
E dicono pure a grandi titoli ( salvo smentite nel fondo dell'ultima pagina in dimensioni nanotipografiche) che il giudice, quello si e' il vero farabutto, perché' un suo amico alla lontana una volta ha fatto la pipì fuori dalla tazzetta!
E fanno credere ai cittadini che il poliziotto ed il suo aiutante anche loro sono dei delinquenti perchè controllano tutto e tutti senza riguardo per la privacy!

Disinformazione mediatica orchestrata ad arte. che confonde e disgusta la gente che quindi si allontana dalle notizie, vere o false che siano, non essendo più in grado di distinguerle.

Chi non legge i giornali ma frequenta la gente in piazza, nei bar, nelle strade di questa ipotetica città sa come stanno le cose, e quando vede il "sindaco" libero, si chiede che razza di giustizia sia quella dove uno può cambiare le regole dopo averle infrante ed essere stato scoperto.

Ora, in Italia qualcuno ha ancora molti processi in corso, come sono in corso molti processi a carico dei suoi amici dell'elite al potere, di ogni colore e partito, sia chiaro.

E qualcun altro ha tanti affari loschi che non sono ancora stati scoperti, o che sono stati scoperti ma non sono ancora sufficienti le prove per incastrare i malfattori.
Ma il sindaco fa di tutto perchè il poliziotto non possa ripulire la città ed il giudice non possa giudicare.

E come in "mars attacks" i marziani facevano strage di terrestri mentre dagli altoparlanti gracchiava stridula ma convincente la frase "veniamo in pace"... in Italia qualcuno strimpella ai quattro venti, e i media corrotti colpevoli e collusi amplificano ad arte, che la giustizia e' malata, che la sicurezza dei cittadini e il raggiungimento di una giustizia "giusta" (!) sono l'unico vero obiettivo del "grande sindaco".

Quanto mi disgusta oltremodo e' che i nostri concittadini hanno dimenticato cosa sia la libertà.
Ne abusano, la maltrattano, la umiliano, la sprecano, la mettono in pericolo e non se ne accorgono.
La chiudono in un cassetto assieme alla Costituzione ed al concetto di Democrazia.

Legiferando malamente qua, tollerando per legge ogni misfatto la... ecco che la democrazia si trasforma in un abietto regime dittatoriale, dove l'elite - la casta politica - domina creando abusando e interpretando ad hoc leggi malformate ad arte per servire scopi poco lodevoli, mentre la plebe plebeggia sbavando di fronte a tette e culi somministrati a dosi elefantiache assieme a dosi massicce di banalità, putrescenza cerebrale concentrata defilippicamente e calcio per il volgo.
tette, calcio et circenses.
e così sia.
poichè è.

Hai letto fin qua' ? allora ti piacerà quanto potrai leggere qua:

"Passaparola di lunedi 2 febbraio"

Se invece non hai letto fino qua, e ti sei perso dopo due righe andando via a cercare i risultati del superenalotto o le avventure di una bella topolona su zozzotube... ho solo due parole per te: italiano vero?

Photo: MP-0000.2265
Collision between two engines, Bay of Quinte Railway, ON, 1892
Anonyme - Anonymous
1892, 19th century
Notman photographic Archives - McCord Museum

lunedì, gennaio 26, 2009

FIlicudi d'inverno

Rocks around Filicudi Island - 2008

Filicudi d'inverno è differente. Fredda, ventosa ( si chiamano Eolie...), col mare in burrasca, le onde alte che si frangono sulle rocce e le scogliere, creando nuvole bianche cariche di profumatissima salsedine.
Chi la vede solo d'estate se ne perde metà!
Ed è una metà genuina, vera, meno appariscente, meno vista... ma cruda e reale.
Riesce persino ad evocare l'isola che era 20 o 30 anni fa. Assoluta.

sabato, gennaio 24, 2009

Contro il regime, cambia i politici...

Il calendario 2009 dei santi laici





Un altro anno ! Evvai!

Waves in Filicudi by night

Un altro anno sotto berlusconi in arrivo!
Pazienza... passerà anche questo..
Nel frattempo mi godo il nuovo accrocchio stereoscopico che finalmente mi permette di fare foto sincronizzate in maniera eccellente!

Il computer nuovo è in arrivo!
un bel i7 920 con 6 GBytes di ram ddr3 ( che presto diverranno 18), e attorno tanti altri componenti slurposamente sovradimensionati!
non vedo l'ora che mi arrivi!